LEMON BOWL 2012

Pubblicato il 27 Ottobre 2012

L’anno non poteva chiudersi in maniera migliore, qualche post fà annunciavo la partecipazione di F al Lemon Bowl 2012, categoria U14, tradizionale appuntamento di fine anno, che segna l’inzio della stagione.

F, grazie alla classifica 4.4 ha evitato le pre-qualifiche che l’anno scorso non aveva superato, quest’anno grazie sopratutto al cambio di circolo, Albatros, ha dimostrato di aver raggiunto una buona maturità sia in campo che fuori, cosciente che lo aspettano subito partite impegnative, in cuor mio sentivo che avrebbe fatto bene, ma nel tennis nulla è scontato e tutto condiziona il risultato.

Prima partita con un avversario già incontrato a luglio al trofeo Kinder e Sport, semifinale persa 6-3 6-4, quindi subito una partita complicata sia a livello tecnico che psicologico, ore 10:00 Eschilo 2, tutti presenti, al completo, partita nervosa, contratta, ma F. la porta ha casa 6-3 6-3, ma anche lui riconosce di aver giocato male.

Secondo turno impegnativo, un 4.3 del Parioli (nota scuola tennis di buon livello) più piccolo di età, ma dai buoni fondamentali e colpi esplosivi, di gran carattere, il primo set va in suo favore 2-6, il secondo se lo aggiudica F con un facile 6-1, diciamo entrambi i set più persi che vinti da entrambi i giocatori.

Inizia il terzo set, sono circa le 20:30 e F va sotto 0-3 giocando male, la prima non entra sembra la solita partita che quando c’è da combattere F si arrende all’avversario, 1-4, per F affiorano i crampi, si ferma qualche minuto per fare streching, siamo quasi al ritiro, io mi avvicino per sincerarmi delle condizioni e gli dico di non farsi male se non ce la fà a giocare dico di ritirarsi, Lui mi guarda fisso e mi dice: “no papà non mi ritiro” secco, deciso. E da lì si trasforma l’ 1-4 divente un 5-4 giocando (entrambi i giocatori) un tennis fantastico, lunghi scambi, oltre 20 colpi, alla massima potenza, dritto rovescio, palla corta, vincenti insomma tutto il repertorio.

Da sottolineare, dopo un lungo scambio, un rovescio vincente lungo linea seguito da urlo liberatorio di F.

Non credo ai miei occhi, il gattino si era trasformato in un Leone ruggente, la prima magicamente entra e fà male. si arriva fino al 6-6, giusto tie break.

5-5 servizio e dritto di F 6-5 e qui F, fino a quel momento silente e concentrato si lascia andare ad un “ANDIAMO” che racchiude tutta la voglia di vincere la partita, 6-6 (annullato il primo match point), 7-6 ancora annullato da un bel vincente dell’avversario che non ha paura a tirare un incrociato sul dritto di F, 7-7. Servizio avversario, duro scambio ma F lo porta a casa dopo un lungo scambio la palla finisce a rete, 8-7 terzo match point, e finalmente servizo F e dritto anomalo che chiude la partita.

F in lacrime crolla a terra, anche l’avversario a terra in lacrime, sono le 21:40 quasi tre ore di match di una partita indimenticabile.

2-6 6-1 7-6 (7)

Grande soddisfazione per F, grande iniezione di fiducia, il primo contento era lui, aveva dimostrato grande carattere, sotto 1-4 con i crampi, non ha mollatto ed ha lottato e stavolta ha vinto, non succederà sempre, non bisogna esaltarsi troppo quando si vince, ne umiliarsi quando si perde, però bravo questa volta ci stà.

Due turni di qualificazione battendo un 4.3, non male è la prima volta che al Lemon Bowl si spingeva così avanti, è il 28 dicembre e siamo ancora in gioco, non male perchi solo 12 mesi prima era uscito alle pre-qualificazioni

Il giorno dopo in campo alle 10:30 con un 4.4, io purtroppo non posso essere presente per impegni di lavoro (qualcuno deve pur lavorare….) ma non mi pesa, vorrei esserci, ma il lavoro viene prima, in un certo senso ha permesso la realizzazione di tutto questo, tanto ci sono mia moglie, al sorellina, e l’immancabile nonno (ormai accompagnatore ufficiale o il Saggio del Tenni come lo chiama F.).

Pensavo che dopo ieri sera fosse scarico, sarebbe stato comprensibile e quindi ero già pronto alla sconfitta, invece facile vittoria 6-1 6-1 dominando dall’inizio alla fine, erano presenti alcuni amici, anch’essi coinvolti da figli e parenti vari, che mi hanno confermato la buona partita di F, sempre protagonista del match, e quel che più conta non era stanco del match di ieri.

Grande risultato con questa ultima vittoria si qualifica al tabellone finale di qualificazione dove lo aspettano i 4.2 e 4.1, una grande soddisfazione, della sua categoria solo altri due giocatori sono riusciti nella “impresa”.

Ora quà il livello sale, e di molto, l’avversario è di sicuro valore, tra l’altro già affrontato in coppa a squadre nel quarto di finale fuori casa, rimediando un netto 0-6 2-6.

Il respono del campo è ingrato, forse troppo severo 0-6 0-6, ma è giusto così, c’è tanto ancora da lavorare, ma sicuramente i segnali sono stati positivi ed incoraggianti, F ha preso coscienza dei suoi mezzi, e lavorando sodo non potrà che migliorare.

Infine voglio ringraziarlo per avermi reso ancor più orgoglioso di lui, vederlo in campo per me è sempre motivo di estrema soddisfazione, lo sosterrò sempre nell’inseguire e magari realizzare i suoi sogni qualsiasi essi siano.

GRAZIE F. DA PAPA’

La Coppa dei Limoni

La Coppa dei Limoni

Federico

Federico

Tabellone di Qualificazione (4.3)

Tabellone di Qualificazione (4.1)

Scritto da match point

Repost 0
Commenta il post